Home  


 

Altra normativa

 

 

 

 

 

 

§ 18

DEI MESTIERI GIROVAGHI E DI ALCUNE CLASSI DI RIVENDITORI

 

Art. 224

(Articolo abrogato dall’art. 6 del D.P.R. 28 maggio 2001, n. 311)

 

Art. 225

(Articolo abrogato dall’art. 6 del D.P.R. 28 maggio 2001, n. 311)

 

Art. 226

(Articolo abrogato dall’art. 6 del D.P.R. 28 maggio 2001, n. 311)

 

Art. 227

(Articolo abrogato dall’art. 6 del D.P.R. 28 maggio 2001, n. 311)

 

Art. 228

(Articolo abrogato dall’art. 6 del D.P.R. 28 maggio 2001, n. 311)

 

Art. 229

(Articolo abrogato dall’art. 6 del D.P.R. 28 maggio 2001, n. 311)

 

Art. 230

Nessuna divisa o uniforme può essere adottata per le bande musicali o per le orchestre, se non sia stata approvata dal Prefetto, al quale deve essere presentato il relativo figurino in triplice esemplare.

Il Prefetto provvede, sentito il comando della divisione militare.

Ogni successiva variante all'uniforme approvata deve essere sottoposta alla preventiva approvazione del Prefetto.

E’ in ogni caso proibito il porto di qualsiasi arma.

 

Art. 231

Sotto la denominazione di “mestiere di ciarlatano”, ai fini dell'applicazione dell'art. 121, ultimo comma, della Legge, si comprende ogni attività diretta a speculare sull'altrui credulità, o a sfruttare od alimentare l'altrui pregiudizio, come gli indovini, gli interpreti di sogni, i cartomanti, coloro che esercitano giochi di sortilegio, incantesimi, esorcismi, o millantano o affettano in pubblico grande valentìa nella propria arte o professione, o magnificano ricette o specifici, cui attribuiscono virtù straordinarie o miracolose.

 

 

 

 

Accessi a questa pagina:

 Hit Counter