MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

 

D.M. 17 Febbraio 2000

 

Individuazione dell'ufficio destinatario del rapporto per le violazioni depenalizzate.

 

(G.U. del 21 marzo 2000, n. 67   – S. Gen.)

 

 

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

 


Visti gli articoli 17 e 18 della legge 24 novembre 1981, n. 689;
Visti gli articoli 69, 73, 75, 78, 80 e 83 del decreto legislativo 30 dicembre 1999, n. 507, con i quali viene disposta la depenalizzazione delle sanzioni penali previste, rispettivamente dai seguenti articoli:
art. 24 della legge 26 aprile 1934, n. 653;
art. 3 della legge 22 giugno 1939, n. 1239;
art. 6 della legge 27 maggio 1949, n. 260;
art. 23 e 29 della legge 19 gennaio 1955, n. 25;
art. 14 della legge 14 febbraio 1958, n. 138;
art. 4 della legge 29 novembre 1961, n. 1325; Visto l'art. 93, lettera b), del decreto legislativo n. 507 del 1999, che individua nel Ministero del lavoro e della previdenza sociale, l'autorità competente ad applicare le sanzioni amministrative per le violazioni depenalizzate a norma dei citati articoli del decreto legislativo n. 507 del 1999;
Visto l'art. 103, comma 2, del medesimo decreto legislativo n. 507 del 1999, secondo cui l'individuazione dell'ufficio competente a ricevere il rapporto ha luogo per i Ministeri con decreto del Ministro competente, adottato entro trenta giorni dall'entrata in vigore del decreto legislativo;

 


Decreta:

 

L'ufficio destinatario del rapporto per le violazioni depenalizzate di cui all'art. 93, comma 1, lettera b), del decreto legislativo n. 507 del 1999, è la direzione provinciale del lavoro competente per territorio.

Roma, 17 febbraio 2000


II Ministro: SALVI
 

 

 

 

 

 

Accessi a questa pagina:

 Hit Counter